Seven: i numeri oscuri

ciao2.jpgCIAO5.jpgMi stavano aspettando.

Stasera siamo in pochi.

Fa niente, faremo lo stesso l’esplorazione.

Affronteremo i meandri oscuri di Teledahn.

Forza. Andiamo. L’avventura ci attende.

KIimage0207.jpg

KIimage0208.jpg

KIimage0209.jpgCIAO9.jpg

Ragazzi!! Ma siamo sicuri di quello che stiamo facendo?

Siete consci dei pericoli a cui andiamo incontro?

L’ascensore di Teledahn non è sicuro per 4 persone!!

Stiamo salendo.

Un brivido corre lungo la schiena. Forse è la paura…forse l’emozione…o forse solo il clima freddo intenso che si respira all’interno di questo tronco…anzi, di questo megagambo di fungo.

Le spore ci volano intorno…e adesso sono sotto di noi. Le guardiamo dall’alto mentre il mezzo di trasporto ci fa ascendere a livelli più alti…più conosciuti…più familiari…più luminosi…e ci allontana dall’atmosfera cupa che si respira appena giunti nell’Era.

ciao13.jpgEccoci.

Ci siamo.

Iniziamo ad esplorare l’intero studio.

Nello sbandamento di sensi avuto nel trasporto dal piano inferiore fino a giungere a questo stupendo attico…non ci siamo accorti che l’ascensore ha mietuto la sua vittima…Gucichi…che è rimasta bloccata tra l’ascensore ed il piano…ma faccio in tempo a salvarla tirandola a me…lo stesso però non accade con Ryan. Con lui non faccio in tempo. Troppo tardi. Seconda vittima. E stavolta vince l’ascensore.

KIimage0210.jpgAhimé, devo tornare sui miei passi.

Ryan è riuscito a salvarsi dalla caduta usando il collegamento a Relto.

Adesso è lì, sul suo isolotto in mezzo alle nubi che usa il KI per avvertirci dell’avvenimento infausto. Ci diamo appuntamento al Q.I. per ripetere l’operazione di collegamento alla mia era di Teledahn.

Gli altri intanto perlustrano l’area in ricerca di qualsiasi cosa di inusuale. Ci attendono. Osservano ogni angolo per riuscire a scorgere ogni dettaglio e riuscire a scovare l’inusuale. Ma la ricerca già in partenza si sa che è vana.

 

ciao12-1.jpgciao18.jpgciao15.jpgTeledahn non è che una tappa, un punto di congiunzione tra la nostra realtà di Quartiere alla macro-realtà dell’intera Caverna…lo studio in Ae’gura…a cui si accede solo tramite un libro di collegamento posto in un luogo segreto e sicuro.

Prima di andare…ci soffermiamo ad ammirare il trascorrere del tempo buttando uno sguardo alle nostre spalle ed ammirando noi stessi che fungiamo quasi da lancetta….e poi ci lasciamo trascinare guardando dinanzi a noi, oltre le finestre, oltre il vetro che ci separa dall’intera Teledahn. Ammiriamo la luce offuscata dalla nebbia…che in lontananza…sappiamo…cela anche Shroomie. Ma non è lui il nostro obbiettivo.

Siamo alla ricerca degli oscuri numeri…i numeri segreti…i numeri che facevano parte di un enigma….di un mistero…ormai dimenticato, perduto, svanito.

CIAO20.jpgSiimo in Ae’gura. Ci inventiamo miradi di possibili posti dove potrebbero trovarsi i numeri D’ni…ma nessuno è quello vero, quello autentico.

Ognuno vede numeri un po ovunque. Io li vedo in un quadro…che raffigura proprio il nostro arrivo…la finestra illuminata dall’interno mi ricorda il numero D’ni “6”. Forse è solo la mia fervida immaginazione che lavora da sola. Non è neanche questo il numero che cerchiamo…che poi ne cerchiamo addirittura più di uno. Non è possibile. Non li vediamo. Forse siamo ciechi…forse ci ha oscurato la vista tutta la sensazione provata fin dall’inizio di questo incauto viaggio. Fatto sta che la serata si chiude con l’obiettivo rimasto lì, appesa come i quadri nello studio…in attesa che qualcun altro ne sveli il proprio mistero.

Non saremo riusciti nel nostro intento, ma di sicuro abbiamo passato ancora una volta una magnifica serata…in compagnia della signora avventura. Alla prossima. Shorah.

Seven: i numeri oscuriultima modifica: 2010-12-11T00:19:00+00:00da sheykan-ra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento