Lug 19, 2015 - News    No Comments

Fine del Viaggio…un nuovo inizio. The end is not written.

KIimage0022

 

Da qui ha inizio il mio nuovo Viaggio. Kadish Tolesa. La peggiore delle Ere, forse, per iniziare…ma anche la più bella per il mistero che la avvolge e per quanto ancora oggi con i suoi enigmi e le sue bugie voglia farsi odiare…il risultato è soltanto uno…wow!

Alcuni enigmi, lo ammetto, sono davvero difficili ma ho ancora alcuni appunti nel mio cervello e riesco quasi fino alla fine a fare tutto senza guardare ai miei appunti scritti…ma alla fine, all’ultimo enigma ho ceduto…ed ancora ora, pur avendola finita, non ho capito il mio appunto sulla soluzione dell’ultimo enigma e su come sia giunto a quella conclusione…troppi scarabocchi per capirci qualcosa!!

KIimage0025Il Viaggio però non finisce qui, è solo iniziato. Ora sono a Gahreesen che con il suo ingegnoso complesso finisce anche con l’essere una prigione anche per me e non solo per le creature che vi venivano cacciate ed imprigionate.

I miei appunti sono freschi e prima di cambiare meta prendo qualche pagina sparsa qua e la’ per arricchire la mia libreria.

Un’altra era mi attende, se voglio terminare questa. Continuo perciò ad esplorare. I tessuti sono quasi completi ma per completare…devo raggiunge attraverso un collegamento il luogo più inaccessibile di tutte l’era…e per farlo devo usare…l’entrata secondaria.

KIimage0026Eccola qua, Teledhan, in tutta la sua bellezza…oddio, a chiamarla bellezza forse si sbaglia.Non è forse l’era più bella visivamente, ma senz’altro la più rappresentativa.

Qui non ci sono enigmi complessi come a Kadish e neanche mega strutture come a Gahreesen. Qui c’è un po dell’uno e un po dell’altro…c’è anche la natura. C’è la ricerca, la sperimentazione, il ragionamento, la scoperta.ù

Trovare tutti i tessuti qui è abbastanza lineare, ma non è certo un gioco da ragazzi riuscire nell’intento. E’ bello riuscire a capire dopo anni come la teoria del “tutto collegato” sia forse l’elemento più riuscito del Viaggio tra queste Ere. Ancora alcune pagine aggiunte alla mia personale libreria, tessuti trovati e Caverna raggiunta. Ora meglio completare l’altra Erache un’altra molto bella ci attende.

KIimage0029

Due pilastri sono stati presi, sono solo a metà dell’opera.

KIimage0032

Eder Gira. Una delle due Ere Giardino. Esatto…due ere. Il terzo pilastro è stato preso grazie all’aiuto giunto da un’altra Era, e adesso qui avverrà lo stesso. I sette pezzi di stoffa sono sparsi tra i due Giardini che sono però collegati tra loro. Stupenda Era ambientale, fatta con enigmi naturali. Tranquilli che anche qui c’è da imprecare, mai lasciarsi ingannare dalle apparenze.

La vista è molto bella, eppure non tutto è possibile vedere ed è qui che entra in gioco l’asso nella manica…la seconda era Giardino.

KIimage0030

Eder Kemo. Questo è il nome della seconda Era Giardino. Una tra le più belle stilisticamente e visivamente,magnifica alla vista così come anche nell’ingegnosità degli enigmi.

Il difficile è riuscire a capire come sfruttare gli elementi della natura a proprio vantaggio e fare ciò è forse l’elemento più difficile mai incontrato in tutte le altre ere dove il problema era far funzionare un macchinario o trovare un codice. Qui le regole son diverse…non esistono codici, non esistono macchinari da far funzionare…se non l’unico macchinario veramente utile…il cervello.

Le amiche presenti sannò però dare il suggerimento di cui si ha bisogno ed anche l’era con la sua alternanza climatica da una grossa mano. Le ere sono ora complete, le stoffe son state toccate, la via è stata aperta. Quarta colonna.

KIimage0031Tutte e 4 le colonne riunite, ed ora, come ho trovato scritto su una pietra, solo una cosa rimane da fare. Ritornare.

KIimage0033 KIimage0035
KIimage0036
Le colonne son state riposizionate, la Caverna ha cambiato aspetto e altre indicazioni son state date. La via adesso è aperta, Torno a casa.

KIimage0037 KIimage0038

KIimage0039Il Deserto, da dove sono partito, da dove tutto è cominciato, ora vi faccio ritorno. Nuovi simboli, un nuovo messaggio. Un nuovo simbolo. Dal simbolo della mano si passa al simbolo della Conchiglia…un cammino tortuoso.

KIimage0041 Ora che l’acqua è tornata nel Deserto, ora che ho finito il viaggio, ho anche capito che è stato solo un modo per istruirmi, per farmi capire l’importanza del Ritorno. No, non è ancora finita. Devo far ritorno al mio Relto, devo esplorare quelle pagine aggiunte alla mia libreria, devo controllare ogni angolo della Caverna.

Non posso e non devo restare all’Esterno della Caverna, ma esplorarla all’interno, per poi fare ritorno, ritornare all’Esterno della Caverna e poter raccontare ciò che ho fatto, ciò che ho imparato.

Chissà se condividere questa mia esperienza può aiutare altri explorer a non perdersi?

Questo forse non potrò mai saperlo…ma di una cosa sono certo…una fine non è stata, ancora, scritta.

KIimage0042Il Viaggio continua. Il cammino della conchiglia comincia da qui. Altre esperienze entreranno a far parte di me. Ma appena sarò pronto, condividerò quanto appreso…ritornando…all’Esterno della Caverna.

Fine del Viaggio…un nuovo inizio. The end is not written.ultima modifica: 2015-07-19T23:07:14+00:00da sheykan-ra
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento